Le effemeridi

14,00

di Stéphanie Hochet

 

Traduzione di Monica Capuani
Pag. 160 – Formato: 15 × 21
Confezione: brossura
Pubblicazione: febbraio 2013
ISBN: 978-88-97462-34-7

 

COD: 756 Categoria:

Descrizione

Il passaggio dall’inverno alla primavera non è mai stato così promettente.

È il crepuscolo dell’umanità, l’apocalisse. Il governo britannico si è deciso a diffondere un annuncio dai contorni fumosi che lascia irrisolti gli interrogativi sul perché e sul come, ma stabilisce precisamente il quando: il 21 marzo sarà l’ultimo giorno di vita di ogni uomo.
La consapevolezza della fine è un sasso scuro che affonda lentamente nella coscienza di ciascuno. Provoca ondate di paura che a mano a mano si allargano e devastano i territori tranquilli della quotidianità di Sophie e della sua maternità. In Simon produce al contrario un esaltante senso di vittoria sulla malattia, che non potrà più sottrargli la vita, mentre Tara sperimenta l’azzardo della costruzione di una sopravvivenza all’umanità, sebbene in una maniera tutta artificiale.
Un romanzo, questo, che affronta coraggiosamente l’unico evento che possa riguardare tutti indistintamente, attraverso la strada di una narrazione delle intimità, dei sentimenti appena affioranti, che percorrono e mettono in tensione le enormi nervature dei mondi interiori.

 

“Il più affascinante romanzo sulla fine del mondo”.
Amélie Nothomb

 

LEGGI LE PRIME PAGINE DEL LIBRO

 

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Le effemeridi”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *