Anita e le altre

Anita e le altre

10,00 €

Tra amore e amor di patria, fedeltà e rivolta, le intense storie di vita di otto donne protagoniste del Risorgimento italiano, ancora capaci di sorprenderci per la loro attualità.

La storiografia si è occupata poco delle donne del Risorgimento italiano, che non solo hanno avuto un peso decisivo nell’intricato processo di unificazione, ma hanno anche definito una maniera inedita di essere donne. Nella battaglia risorgimentale esse hanno sperimentato l’amore e praticato il pensiero e la lotta politici, abbandonando il ruolo di angeli del focolare a cui erano relegate.
La loro ansia di emancipazione spaventò una parte dell’opinione pubblica e alcuni dei loro compagni di battaglia. Per Pio IX erano “sfacciate meretrici”, mentre l’ex garibaldino Crispi le definì “demoni tentatori”. Per la Storia esse rimarranno donne nuove.

Pag. 176 – Formato: 11,5 × 17,5
Confezione: brossura
Pubblicazione: luglio 2011
ISBN: 978-88-97462-01-9

Leggi le prime pagine del libro.

Autori

Isabella Fabbri

Giornalista, lavora da anni nel campo della comunicazione e divulgazione legate ai beni culturali.

Patrizia Zani

Autrice e redattrice di testi scolastici di storia, storia dell’arte e letteratura per importanti case editrici.

Rassegna Stampa

  1. Isabella Fabbri e Patrizia Zani lumeggiano otto ammalianti ritratti di patriote indagando un Risorgimento al femminile troppo a lungo trascurato.

    Stefano Biguzzi, «Bresciaoggi» (leggi tutto)

  2. Merito grande di “Anita e le altre” sta proprio nel farci ricordare qualcosa che in fondo non si è mai saputo e che giace nelle miniere sempre poco perlustrate degli archivi del Risorgimento: che questa lunga e ricca stagione del fare e del pensare politica, in modo disinteressato ed appassionato, è stata anche una stagione al femminile.

    Valerio Romitelli , «Inchiesta» (leggi tutto)

  3. Nel libro vengono ricostruite le vite di alcune figure femminili più significative della stagione che condusse all’Unità d’Italia.

    «Il Resto del Carlino (Macerata)» (leggi tutto)

  4. Queste donne hanno concorso a cambiare il flusso della storia, non facendo mancare atti di eroismo.

    Andrea Turetta, «Sport Vicenza» (leggi tutto)

  5. Il merito di “Anita e le altre” è di aver tratteggiato con passione il ritratto di otto donne che hanno animato le vicende risorgimentali.

    Alessandro Castellari, «La Repubblica (Bologna)» (leggi tutto)

  6. Valido saggio. Da far conoscere. Diffondere.

    Nunzio Festa, «Books and other sorrows» (leggi tutto)