I giorni in fila

Prezzo non disponibile

Sullo sfondo dell’ambiente malavitoso della Riviera di Ponente, il conflitto mai sopito tra partigiani e fascisti.

In una città di mare della Liguria, “tetra persino sotto il sole”, si intrecciano storie in bilico tra un presente abietto e un passato difficile da decifrare.  A raccontarle è Sandra, una giovane donna dai tratti androgini e dai modi bruschi, gravata da un carico ingombrante di misteriose vicende familiari che alimentano il suo arrabbiato mal di vivere.
Il 25 aprile, giorno della Liberazione, riceve una busta contenente una pillola rossa: “Medicina per la memoria” è scritto nella lettera anonima che l’accompagna. La sonnacchiosa vita di Sandra si anima, da qui in avanti, di pedinamenti, irruzioni in casa e intimidazioni, in un crescendo di eventi enigmatici che ruotano attorno al padre, fuggito da tempo in Provenza, e al nonno materno, un vicepodestà fascista rimasto vittima di uno strano incidente.
Mentre Sandra scava nel passato della sua famiglia e della sua terra per capire ciò che le accade, si trova sempre più immersa in un ambiente magmatico e intrigante, popolato da ex partigiani ed ex repubblichini, da balordi malavitosi e trafficoni in colletto bianco, tutti a caccia di un tesoro nascosto per il quale sono disposti a uccidere e a morire.
I giorni in fila è un romanzo che affianca un affascinante intreccio noir a una riflessione sottotraccia sull’avidità e sulla memoria, in cui la seconda può rappresentare un salutare antidoto alla prima.

Uno scrittore che sarebbe piaciuto a Osvaldo Soriano.
Il Fatto Quotidiano

Pag. 272 – Formato: 15 × 21
Confezione: brossura
Pubblicazione: maggio 2013
ISBN: 978-88-97462-44-6

 

Leggi le prime pagine del libro.

Recensioni

  1. Valutato da marco su 05/11/2013 :

    Un noir di alto profilo quello che Andrea Garbarino ci regala, con la sua scrittura affilata, dissacrante e a tratti poetica.

    Domenico Carelli, «Flanerì» (leggi tutto)

  2. Valutato da marco su 01/11/2013 :

    Colpisce l’abilità dell’autore, maschio, di parlare credibilmente, anche da un punto di vista psicologico, con voce di donna dedita a un autolesionismo introspettivo prima che fisico.

    Fernando Rotondo, «L’Indice dei Libri del Mese» (leggi tutto)

  3. Valutato da marco su 20/10/2013 :

    Molto ben costruito, ecco un noir esistenziale che sceglie come sfondo la Resistenza e il Secondo conflitto mondiale.

    Fiona Diwan, «Mosaico» (leggi tutto)

  4. Valutato da marco su 18/10/2013 :

    Giorni agitati, in una grigia città di mare del Ponente in Liguria, da uno strano biglietto recapitato anonimo in una ricorrenza speciale.

    Antonio Calabrò, «Il Mondo» (leggi tutto)

  5. Valutato da marco su 13/09/2013 :

    Garbarino ci racconta una storia movimentata e con colpi di scena. A volte si sorride, a volte ci si sorprende.

    Maria Caterina Prezioso, «Satisfiction» (leggi tutto)

  6. Valutato da marco su 04/08/2013 :

    Quello che, con buona pace di scrittori infinitamente più noti, rischia di diventare il miglior giallo dell’anno.

    Fabrizio Ottaviani, «Il Giornale» (leggi tutto)

  7. Valutato da marco su 01/08/2013 :

    L’importante è leggerlo. Un libro che, all’ultima pagina, ti dispiace sia finito.

    Antonio Calabrò, «Consigli di lettura» (leggi tutto)

  8. Valutato da marco su 01/07/2013 :

    Una storia che può essere messa senza nessun imbarazzo accanto ai migliori romanzi esistenziali degli ultimi anni.

    Carlo di Francescantonio, «Mangialibri» (leggi tutto)

  9. Valutato da marco su 11/06/2013 :

    La scrittura di Garbarino, diretta ma lavorata con cura, spesso ricca fino a essere immaginosa, impedisce una lettura distratta.

    Claudio Morandini, «Letteratitudine» (leggi tutto)

  10. Valutato da marco su 10/06/2013 :

    Per Sandra le giornate diventano fin troppo movimentate, tra pedinamenti, irruzioni in casa e intimidazioni.

    «La Nuova Sardegna» (leggi tutto)

  11. Valutato da marco su 09/06/2013 :

    Andrea Garbarino, scrittore molto apprezzato dalla critica e di buon successo.

    Antonio Bozzo, «Corriere della Sera (Milano)» (leggi tutto)

  12. Valutato da marco su 03/06/2013 :

    Sandra, giovane donna determinata, finisce nella rete di una caccia la tesoro nascosto.

    Alessandra Rota, «La Repubblica» (leggi tutto)

Scrivi recensione

Scrivi una recensione