Animali domestici

€15.00

Nella gelida Islanda, un uomo è costretto dalle circostanze ad assumere una “scomoda” prospettiva sulla propria esistenza.

Dopo una vincita alla lotteria e un viaggio a Londra per spendere buona parte del denaro in musica, libri e film, Emil torna a Reykjavík, in Islanda, con un unico desiderio: ascoltare finalmente i suoi cd, rivedere gli amici e rilassarsi.
È risaputo, però, che il destino ama farsi beffe dei modesti sogni di tranquilla e appartata quotidianità degli uomini, e con Emil si accanisce in modo particolare. Nelle poche ore spese fra il viaggio aereo e il rientro a casa, alcuni incontri fanno deragliare bruscamente il suo programma.
Come in una commedia beckettiana, in breve la casa si trasforma in teatro di una singolare festa e il giovane islandese è indotto, suo malgrado, a trasformarsi in invisibile ospite di una serie di bizzarri personaggi, tra cui uno squinternato linguista, un invadente ex compagno di viaggio e una bionda tutta pepe.
Ognuno di loro si carica di un significato che Emil non è in grado di far suo, ma che pure percepisce, e che sa provenire da un repertorio che tocca il suo passato personale, i suoi gusti letterari e musicali e i suoi timori profondi.
Da quest’orda umana Emil è messo all’angolo e ricacciato nel posto più impensabile: per raccontare la sua inabilità alla vita gli resta solo la voce.

Non parla di rock, ma è uno dei migliori romanzi mai scritti da un ex musicista rock.
Los Angeles Times

Traduzione di Silvia Cosimini
Pag. 208 – Formato: 15 × 21
Confezione: brossura
Pubblicazione: giugno 2013
ISBN: 978-88-97462-41-5

 

Leggi le prime pagine del libro.

Recensioni

  1. Valutato da marco su 03/11/2013 :

    “Animali domestici” è un romanzo particolare, insolito, irriverente, a tratti provocatorio e senz’altro molto rock.

    Irene Sorrentino, «Diario di pensieri persi» (leggi tutto)

  2. Valutato da marco su 01/10/2013 :

    Ólafsson tradisce le sue influenze, da Beckett a Auster, ma lo fa con stile. E il suo passato di musicista fa capolino nella ricca scelta di canzoni citate.

    Carla De Caro, «Mangialibri» (leggi tutto)

  3. Valutato da marco su 06/09/2013 :

    La situazione, solo apparentemente statica, è in realtà assai movimentata, e diventa, pagina dopo pagina, irresistibilmente umoristica, in quel modo paradossale ed esasperante che sembra caratterizzare certa narrativa nordica.

    Claudio Morandini, «Letteratitudine» (leggi tutto)

  4. Valutato da marco su 22/08/2013 :

    “Animali domestici” è davvero una singolare, arguta, intelligente opera narrativa di un artista multiforme.

    Guido Michelone, «La poesia e lo spirito» (leggi tutto)

  5. Valutato da marco su 08/08/2013 :

    Dovessi consigliare un libro fra quelli usciti in questi mesi avrei davvero pochi dubbi a raccomandare la lettura di questo delizioso e per molti versi sorprendente romanzo.

    Ignazio Gulotta, «Distorsioni» (leggi tutto)

  6. Valutato da marco su 05/08/2013 :

    Un party stravagante che ti cambia la vita.

    «La Nuova Sardegna» (leggi tutto)

  7. Valutato da marco su 16/07/2013 :

    Se volete farvi un’idea della vena umoristica islandese, potete leggere “Animali domestici”.

    Massimo Rizzante, «La Repubblica» (leggi tutto)

  8. Valutato da marco su 27/06/2013 :

    Dai Sugarcubes agli animali domestici.

    Benedetta Cucci, «Il Resto del Carlino» (leggi tutto)

Scrivi recensione

Scrivi una recensione