Bicicletta elettrica e dintorni

Avete mai pensato alla bicicletta come a un mezzo di trasporto sovversivo? Certo avrete sentito parlare di Critical Mass e di Ciclofficine popolari, ma sapete chi era Annie Londonderry? Immaginavate che a Milano, alla fine dell’Ottocento, l’utilizzo della bicicletta fosse stato addirittura vietato?

cover_dueruote_def_I copQueste e tante altre cose racconta Due ruote e un elettrone, la novità di primavera di Edizioni La Linea: manuale pratico, prima di tutto, ma anche simpatico approfondimento sulla storia sovversiva della bicicletta e sul lungo corteggiamento dell’elettricità nei confronti delle due ruote. Federico Cavallari, infatti, con precisione, semplicità e praticità, ci porta in cantina e ci guida passo passo nel processo di elettrificazione della nostra bici, insegnandoci come scegliere i freni e dove montare un motore. Sforzarsi di metter personalmente mano a batterie, mozzi e telai permette di conoscere, sperimentare e addirittura inventare soluzioni ideali, senza accontentarsi delle opzioni preconfezionate offerte dal mercato, spesso inadeguate o eccessivamente costose. E non è nemmeno troppo difficile.

Riutilizzo, inventiva e risparmio energetico, invece, sono le parole chiave dell’ultimo capitolo del libro (scritto da Luca Mazza): scoprirete che utilizzare la bici per la produzione dell’energia elettrica necessaria a ricaricare il cellulare o a preparare ottimi frullati non è fantascienza.

Due ruote e un elettrone

This entry was posted in news and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento